Via Savoia, 80 - Roma
Seguici sui nostri canali
Seguici
Via Savoia, 80 - Roma

Ricordi e poesie di Giampiero Sambucini

Con questa pubblicazione, la Fondazione Argentina Altobelli e la Uila vogliono ricordare Giampiero Sambucini, scomparso il 20 ottobre 2020. Insieme ai ricordi, scritti da chi con lui ha lavorato per tanti anni a stretto contatto, abbiamo scelto di pubblicare le sue poesie, a volte ironiche e scanzonate, a volte meno, che mostrano un aspetto meno conosciuto e più intimo di Giampiero. Le scriveva, in romanesco, soprattutto in occasione della “Festa della donna”, del Ferragosto e del Natale e le inviava a tutte e a tutti. In questo momento così triste ci è sembrato il modo migliore di ricordarlo e il regalo più bello da offrire ai suoi tanti amici.
(Stefano Mantegazza)

“La scelta di Giampiero Sambucini di scrivere poesie in vernacolo romanesco è dettata da un grande amore verso i valori di sentimento, sincerità e generosità che accompagnano questo linguaggio diretto che arriva al cuore della gente. La capacità di ironizzare, il desiderio di manifestare auguri ad amici e parenti, nelle varie occasioni e festività e il tempo che scorre, anno dopo anno, scandito dalle ricorrenze, ci riconducono, leggendo le poesie di Giampiero, alla caducità della vita, al tempo dilatato, alle preoccupazioni celate, ma anche alla consapevolezza di ciò che abbiamo avuto e dato mentre andiamo incontro all’infinito.”. (Fiorella Cappelli).

Per ricevere una copia del libro scrivete a info@fondazionealtobelli.eu

Autore
Giampiero Sambucini
Editore
Agra
Pubblicazione
2020